• agosto: 2010
    L M M G V S D
    « Lug   Nov »
     1
    2345678
    9101112131415
    16171819202122
    23242526272829
    3031  
  • Foto
    www.flickr.com
    Elementi di tibiri Vai all'album di tibiri
  • Annunci

Email da Tibirì 2010 – 3 agosto

”]GlebeCari tibirini e amici,

la Casa qui e’ un’entita’.

Si, e’ una struttura che alle volte va da sola, perche’ (quasi) tutti  riconoscono la sua utilita’, la sua importanza e la sua necessita’.

Nel quartiere e’ rispettata, c’e’ stima e chi lavora qui come maestro o volontario puo’ vantarla come referenza.

Alle volte mi guardo intorno e sorrido… mi sembra di essere entrato in un luogo che e’ un miscuglio tra il Libro Cuore e un campo estivo permanente.

Come vi raccontavo e’ sempre zeppo di attivita’, ci sono 5 sale diverse, e se non fosse per la pioggia di questa stagione, quando vedo il campo di calcio inondato dal sole tropicale penso ” ma la piscina quando la costruiscono?”

Poi ritorno in me e mi accorgo che i ragazzi vanno tutti a mangiare quando Carmelo fa un cenno e li’, tra i turni di apperecchia e sparecchia, aiuto cuoco, i ragazzi siedono con il piatto di fronte e fiatano quel giusto che gli permette di scambiare due parole. Loro finiscono di mangiare e stanno ancora li’ seduti fino a quando Carmelo salomonicamente si alza dalla sedia e poggia le mani sullo schienale.

Oltre ai turni di pulizia degli spazi comuni dovete aggiungerci anche gli eventi imprevisti che danno quel tocco di comunita’.

Un frigo che si deve spostare dal refettorio ad un soppalco puo’ essere un momento di frenetica e sudata attivita’ che coinvolge tutti i maschi, a prescindere dall’eta’, professori compresi.

E poi ci sono i piccoli gesti che testimoniano l’appartenza al luogo: all’ora dell’uscita ci si imbatte in una chiave dimenticata in una toppa, viene presa e raccolta dal ragazzino 11enne e messa al posto giusto.

Chiaramente non dovete pensare che qui le cose siano tutte perfette, pero’ spesso mi ritorna in testa quello che mi ha detto una ragazza: parlavamo di come erano gli adulti della Casa, chi piaceva di  piu’, quale professore non e’ ben considerato perche’ e’ un po’ spocchioso. “E Carmelo?” chiedo io, “Be’ lui dice che non ha figli perche’ ha noi, e’ il piu’ tenero, lo amiamo!”

Un padre e’ sempre un padre percio’ come puoi non rispettare la regola che dice che nella Casa non ci si puo’ innamorare? ( la traduzione dal brasiliano e’: non si puo’ pomiciare ne’ toccarsi nella Casa). E sul tema sessualita’ tornero’ apposta con una mail dedicata, perche’ di cose ce ne sono!

Una chicca: uno dei ragazzi a cui insegno inglese ha saputo che ho un piccolo dizionario di brasiliano-italiano. Mi ha  chiesto di lasciarglielo per qualche giorno… Oggi gli guardo il quaderno, ha fatto una lista di due pagine con le parole italiane che gli interessano di piu’…

Gatto

Glebe

Glebe, che studia inglese e italiano con Gatto

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...